ELISABETH CUTLER dal vivo al Circolo dei Malfattori – domenica 1 dicembre ore 18:00

Elisabeth 03

ELISABETH CUTLER dal vivo al Circolo dei Malfattori – domenica 1 dicembre ore 18:00

Ultimo appuntamento della nostra rassegna dedicata al mondo femminile ¡Qué viva Donna!

Elisabeth Cutler, affermata cantautrice americana caratterizzata da forti sonorita folk-jazz sarà accompagnata da Mats Hedberg  alle chitarre, virtuoso musicista svedese.

 Cresciuta musicalmente ascoltando Joni Mitchell, Elisabeth Cutler si ispira ad artisti come Nora Jones, Diana Krall, e Ani DiFranco. “Ho sempre affidato alla musica le mie sensazioni. Gran parte delle mie canzoni” – racconta Elisabeth – “sono ispirate alle mie relazioni personali. Scrivo ciò che conosco e la mia scrittura è quindi molto personale. Cerco le risposte dentro le domande, la pace dentro il conflitto.” Risposte che ha cominciato a cercare sin dagli anni della ribellione giovanile, vissuti nei sobborghi di Boston a cavallo degli anni Sessanta e Settanta, quelli della “british invasion” con i Beatles e i Rolling Stones.

Erano anche gli anni del Folk Revival, con Bob Dylan e Joni Mitchell. Ed erano gli anni della rivoluzione culturale e sessuale, della protesta della guerra in Vietnam, del movimento per i diritti civili. A soli 15 anni ha frequentato la Berkelee School of Music di Boston. “Lì ho imparato la chitarra jazz, ma soprattutto ho capito che quello che stavo sperimentando con la chitarra era qualcosa di importante. Ma allıinizio volevo solo suonare la chitarra, non accompagnare la mia voce.” Nel comporre Elisabeth Cutler sperimenta accordi, progressioni e architetture armoniche mutuati dal jazz e dall’interiorizzazione di cantautori visionari come Joni Mitchell e Shawn Phillips, star del soul come Stevie Wonder, chitarristi jazz come Ralph Towner e del polistrumentista brasiliano Egberto Gismonti.

Un approccio eclettico che aveva compreso anche un periodo formativo di studio e ascolto di autori classici: “La mia curiosità per le potenzialità espressive dello strumento, mi ha portato a studiare anche la chitarra classica, avvicinandomi a compositori come Ravel, Debussy e Copeland.” Elisabeth debutta a Seattle, poi a Santa Fè, dove si esibisce prima in duo con un popolare artista rhythm & blues locale, poi con un proprio trio tutto al femminile. A Nashville nel 1988 avviene la sua svolta artistica: “Sapevo che Nashville era una città fondata sulla musica e sugli autori ed ero decisa a provarci. Vivere lì mi è servito per capire quando una canzone è buona: ciò che fa la differenza è la canzone, non chi la canta”.

Tra il 1993 e il 1999 Elisabeth Cutler pubblica tre album: “Elisabeth Cutler”, “Bury The Ghost”, “Tower Of Silence”, che conquistano larghi consensi di critica ed il rispetto della competitiva scena artistica di Nashville, affermandosi nella scena musicale indipendente americana. “Hurricane Of Change”, il suo quarto album, arriva dopo un periodo molto doloroso che si è trasformato in un capitolo artistico e spirituale. Ancora una volta, attraverso le sue canzoni, rende universali le sue più intime ferite ed emozioni. Registrato ancora a Nashville, con la produzione di George Marinelli (chitarrista, tra gli altri, di James Taylor, Bonnie Raitt, Bruce Hornsby), nel 2001 Hurricane Of Change viene pubblicato in Europa dalla olandese InBetweens Records e dopo poco Elisabeth parte in tour per l’Europa, suonando in Olanda, Svizzera, Austria, Inghilterra e Italia.

“Slow Release”, il quinto album, è il più evoluto e denso di materia lirica, il più sperimentale. É il distillato degli anni europei: un folk-acustico, ricco di linee melodiche, fortemente intrecciato con progressioni armoniche e improvvisazione jazz. E’ il disco di una rinascita, come donna e come artista, in un mondo nuovo, un nuovo stato di grazia e maturità, palpabile nella tessitura musicale, udibile, forte e chiaro come mai prima, nella nuova dimensione vocale di Elisabeth, tanto raffinata e superba nel fraseggio e nel respiro, quanto diretta e pura.

Prima di Elisabeth il palco sarà affidato a THE CHILD OF A CREEK, giovane e talentuoso folksinger toscano.

Circolo dei Malfattori
Via Santarcangiolese, 4603
Poggio Berni (RN)

aperti ogni giorno dalle 19:00 escluso il lunedì – domenica aperti dalle 17:00

INGRESSO RISERVATO AI SOCI ARCI.
CONTRIBUTO ALL’INGRESSO PER FINANZIARE L’INIZIATIVA € 8,00.
x info: 3939496642

https://circolodeimalfattorisaladiana.wordpress.com/

Circolodeimalfattori.saladiana@gmail.com

Fb: circolo dei malfattori – sala diana

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...